Bardana: la regina della pulizia viso (le guide)

La Bardana è una grande erbacea biennale d’Europa e d’Asia, naturalizzata in America del Nord e in Argentina, che cresce un po’ dappertutto, specie nei luoghi incolti e fra le rovine. Il suo nome scientifico è Arctium Lappa e in Italia è diffusa ovunque, isole comprese. È molto conosciuta e l’infiorescenza è costituita da diversi capolini sferici di colore rosa scuro circondati da piccoli ami. Le foglie ampie, spesse e quasi a forma di cuore, sono biancastre e pelose nella parte di sotto.La radice è lunga e grossa quanto un dito.

SCOPRI TUTTI I BENEFICI DELL’OLIO DI JOJOBA PER IL VISO

OLIO DI JOJOBA PER LA PULIZIA DEL VISO
OLIO DI JOJOBA PER LA PULIZIA DEL VISO

PROPRIETÀ DELLA BARDANA
Il suo uso fresco è preferibile, quando possibile, altrimenti la radice seccata si può usare in qualsiasi stagione. Ha un sapore è insipido e un po’ aspro; le foglie sono ricche di inulina e contengono un principio amaro, l’arctiopicrina che è il probabile responsabile delle sue proprietà fitoterapiche, peraltro conosciute da diversi secoli, che sono molteplici e fondamentali per l’universo dei rimedi naturali. Grazie alle proprietà antibatteriche, cicatrizzanti e lenenti, è probabilmente la pianta più efficace nella cura delle malattie della pelle, grazie alla presenza di composti polinsaturi, acidi fenolici dotati di proprietà antibiotica, antibatterica e antiflogistica.

SCOPRI TUTTI I BENEFICI DELL’OLIO DI ARGAN PER LA PELLE

OLIO DI ARGAN
OLIO DI ARGAN, DAL MAROCCO PER LA BELLEZZA DI CAPELLI E VISO

BARDANA PER CURARE LA PELLE
Le ragazze afflitte dall’acne, o da pori otturati dai comedoni che si infiammano e diventano purulenti, potranno trovare giovamento frizionando quotidianamente il viso con decotto di radici di Bardana. Per realizzarlo, mettete in mezzo litro d’acqua fredda 40/50 grammi di radice tagliata a pezzettini (da acquistare in erboristeria), portate ad ebollizione e lasciar cuocere per un quarto d’ora. Infine filtrate e impiegate del cotone imbibito di questo decotto per pulire e impregnare a fondo la pelle. In generale, in tutte le malattie della pelle si ottiene un rapido miglioramento lavando le parti colpite con un decotto di radice di Bardana. In alternativa, schiacciando la radice di Bardana ed impastandola con un po’ d’acqua, si ottiene una crema da applicare direttamente sulla pelle per curare affezioni cutanee di vario genere. Anche i sofferenti di gotta possono avere sollievo con il decotto di questa pianta che, se preparato in poca acqua addizionando un cucchiaino di radice di ortica e qualche goccia di olio di mandorla, è un’ottima lozione rinforzante anche per i capelli.

SCOPRI TUTTI I BENEFICI DELLE MANDORLE PER LA PELLE

mandorle
BELLE CON LE MANDORLE: TUTTI GLI USI E I BENEFICI (LE GUIDE)

BARDANA DEPURATIVA: INFUSO PER LE ULCERE
Per le sue proprietà diuretiche e sudorifere, la Bardana è un ottimo depurativo nonché un lassativo, un antireumatico ed un epatoprotettivo. Anche ai sofferenti di diabete può essere somministrato ma non ad alte dosi poiché l’utilizzo con ipoglicemizzanti di sintesi potrebbe causare abbassamenti eccessivi della glicemia. Chi soffre di ulcere allo stomaco troverà giovamento bevendo mattino e sera una tazza di infuso di foglie di Bardana, preferibilmente fresche: mettetene 5 grammi in mezzo litro d’acqua bollente, lasciate in infusione per un quarto d’ora e infine filtrate. Questa tisana, utilizzata per gargarismi, è altrettanto efficace per guarire le infiammazioni ulcerose della bocca e dermatosi. (Assicuratevi sempre con un medico per la somministrazione, ndr)

SCOPRI TUTTI I BENEFICI DELLE TISANE

TISANE DEPURATIVE
TISANE DEPURATIVE, RICETTE PER PURIFICARSI

BARDANA CONTRO I DOLORI REUMATICI E I MORSI DI VIPERA
Tra gli usi esterni, la Bardana è particolarmente indicata per i dolori reumatici: le foglie vanno immerse in acqua bollente, cotte per cinque minuti e applicate calde sulle parti doloranti con l’aiuto di una garza. La foglia di Bardana fresca schiacciata in un mortaio e applicata localmente è invece un rimedio da utilizzare in caso di puntura d’insetti, come zanzare, api, vespe e calabroni. In ogni caso, non dobbiamo dimenticare la Bardana se decidiamo di fare una passeggiata nei boschi poiché potrebbe salvarci dagli effetti di una morso di vipera: se non si ha a disposizione un siero, dopo aver estratto il veleno con una incisione si può applicare infatti sulla ferita del succo di foglie o di radice di Bardana prima di correre da un medico!

SCOPRI COME FARE LA PULIZIA DEL VISO CON LO SCRUB

PULIZIA DEL VISO
PULIZIA DEL VISO: ECCO COME FARE LO SCRUB VISO FAI DA TE

CONTROINDICAZIONI DELLA BARDANA
Non si segnalano effetti secondari e tossici a meno che non vi sia una particolare sensibilità individuale ma è comunque sconsigliato l’uso in gravidanza o per chi assume farmaci ipoglicemizzanti, poiché potrebbe potenziarne gli effetti. Allo stesso modo, potrebbe creare problemi a chi ha funzionalità renale ridotta perché come diuretico rischia di sovraccaricare l’apparato urinario poco funzionante. In soggetti ipersensibili o allergici può causare effetti collaterali. Le informazioni contenute nell’articolo sono esclusivamente di carattere informativo. Non vogliono e non devono sostituire il medico che vi esortiamo a consultare.

NEWSLETTER 1

ATTENZIONE: Queste informazioni sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Non sostituiscono il medico generico o qualsivoglia specialista. Non vogliono e non devono sostituire le indicazioni del medico al quale vi esortiamo di affidarvi. L’utilizzo, la somministrazione delle informazioni presenti nell’articolo sono di esclusiva responsabilità del lettore. (ndr)

LEGGI ANCHE

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 − 1 =