Barchette di indivia con carote e fave, le cozze crudiste

Un?insalatina di fine primavera di Ma Vi Cucina Ecozoica. Sfogliare il cespo di indivia, scegliere alcune foglie, lavarle bene e disporle su un piatto. Spazzolare una carota (se bio) oppure raschiarla un po? con un coltello, sciacquare e grattugiare grossolanamente. Spremere subito alcune gocce di limone per evitare l?annerimento. Sgranare un paio di baccelli di fava e togliere la pellicina esterna. Riempire le barchette con la carota grattugiata e disporre un seme di fava per ciascuna. Preparare un?emulsione con olio evo e acidulato di umeboshi sbattendo bene e aggiungendo un cucchiaio di acqua. Distribuire sulle barchette.Un pizzico di alga nori in fiocchi e a tavola! Man mano che arrivano i prodotti estivi l?indivia si può sostituire con foglie di cuori di lattuga e la fava con olive denocciolate verdi oppure pomodorini molto piccoli.

Un’insalatina di fine primavera di Ma Vi Cucina Ecozoica.

Ingredienti

  • Un piccolo cespo di indivia
  • Una carota
  • Un pugnetto di fave fresche
  • Olio evo (meglio bio)
  • Qualche goccia di limone
  • Un paio di cucchiai di acidulato di umeboshi
  • Un pizzico di alga nori in fiocchi

Procedimento
Sfogliare il cespo di indivia, scegliere alcune foglie, lavarle bene e disporle su un piatto. Spazzolare una carota (se bio) oppure raschiarla un po’ con un coltello, sciacquare e grattugiare grossolanamente. Spremere subito alcune gocce di limone per evitare l’annerimento. Sgranare un paio di baccelli di fava e togliere la pellicina esterna.
Riempire le barchette con la carota grattugiata e disporre un seme di fava per ciascuna.
Preparare un’emulsione con olio evo e acidulato di umeboshi sbattendo bene e aggiungendo un cucchiaio di acqua. Distribuire sulle barchette.Un pizzico di alga nori in fiocchi e a tavola!
Man mano che arrivano i prodotti estivi l’indivia si può sostituire con foglie di cuori di lattuga e la fava con olive denocciolate verdi oppure pomodorini molto piccoli.
Se l’alga non è gradita si può sostituire con spezie, per esempio comino, finocchiella oppure aneto.
Questa insalata mangiata a inizio pasto è un ottimo coadiuvante di una sana digestione, la carota ci prepara a ricevere l’abbronzatura estiva e le alghe sono ricche di calcio e vitamine. Una porzione abbondante preceduta da un frutto è un pasto leggero completo. L’acidulato di umeboshi ci consente di evitare il sale. Può essere presentata scherzosamente come versione crudista delle cozze gratinate e proposta ai bambini (e non solo!) come variopinta ma semplice alternativa al solito piatto di insalata verde!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 − 5 =