L’ aspirina naturale: antidolorifica, antipiretica e antitumorale
La corteccia del Salix alba è stata utilizzata sin dall’antichità come aspirina naturale anche per le sue doti sfiammanti e cicatrizzanti

L’ aspirina naturale La si ricava dal salice bianco (Salix alba) albero alto fra i 15 e i 25 metri appartenente alla famiglia delle Salicacee che in Italia comprende ben 35 specie e numerosi ibridi. E’ una specie diffusa non solo in Italia ma anche in tutta l’Europa centromeridionale, dove si trova lungo i corsi d’acqua su terreni fertili, profondi, soggetti a periodica sommersione.

NEWSLETTER 1
SAPIENZA ANTICA DI CINESI E GRECI
Che la corteccia del salice avesse potere naturali è risaputo sin dall’antichità e in ogni parte del mondo. L’aspirina naturale per le proprietà antidolorifiche ed antipiretiche era conosciuta dagli antichi Cinesi dai Greci, nonché dai Romani che hanno sempre consigliato rimedi naturali a base di Salice. Ippocrate, padre della medicina, raccontava nel V secolo a.C. di una polvere amara estratta dalla corteccia del salice utile per alleviare il dolore ed abbassare la febbre. Un qualcosa di simile era usato anche dai Sumeri, dagli antichi Egizi e dagli Assiri. Anche i nativi americani conoscevano e usavano l’aspirina naturale per curare mal di testa, febbre, dolori muscolari, reumatismi e brividi.

SCOPRI TUTTE LE CURE NATURALI PER IL RAFFREDDORE

cure naturali contro l'influenza
Cure naturali per l’influenza: dalla Propoli alla Manuka

ANTITUMORALE
Recenti ricerche di un gruppo di lavoro del City College di New York hanno testando una tipologia di aspirina, denominata Aspirina Nosh, che ha dimostrato di essere capace di curare tumori del colon nel 85% dei casi e senza effetti collaterali.
Dall’università di Oxford invece la tesi secondo cui, un consumo a lungo termine e a basso dosaggio di aspirina riduce il rischio di sviluppare cellule tumorali nel 50% dei casi.
L’unica certezza al momento è però solo che, la sostanza attiva dell’estratto di corteccia del salice bianco, chiamata salicina, fu isolata sotto forma di cristalli per la prima volta nel 1828 da Johann A.Buchner e in seguito da Henri Leroux. A Raffaele Piria, chimico calabrese emigrato a Parigi, si deve invece il nome attuale (acide salicylique).

SCOPRI TUTTI I BENEFICI DELLA CURCUMA 

CURCUMA
LA CURCUMA: IL TALISMANO DELLA SALUTE

CONTRO ANSIA E DOLORI ARTICOLARI
L’aspirina naturale direttamente estratta dalla corteccia del salice si acquista nelle farmacie in varie formulazioni: capsule, estratti liquidi e bustine da thè e anche in combinazione con altre erbe medicinali. E’ ingrediente di elezione anche in formule contro ansietà, problemi alle ossa ed articolazioni, per migliorare il sistema immunitario e l’umore.
Per uso esterno, grazie all’alto contenuto di tannini, esercita una grande azione astringente sulla pelle e sulle mucose infiammate e favorisce la cicatrizzazione delle ferite.

SCOPRI I BENEFICI DEL MAGNESIO CONTRO DOLORI E ANSIA

MAGNESIO
MAGNESIO: CONTRO CRAMPI, NAUSEA

VIETATA AI BAMBINI
Va tenuto sempre di conto che l’aspirina naturale è meno potente di quella farmacologica. La corteccia di salice bianco non deve essere somministrata ai bambini con febbre dovuta ad alcuni ceppi virali, come l’influenza, per il rischio della sindrome di Reye e deve essere evitata anche dalle donne in gravidanza, dai bambini sotto i due anni di età ed in caso di problemi gastrici.

SCOPRI COME CURARE LA TOSSE CON I RIMEDI NATURALI

RIMEDI NATURALI
MAL DI GOLA, TOSSE E RAFFREDDORE: CURARLI CON I RIMEDI NATURALI

ALTRI USI
Il salice bianco non fornisce solo l’aspirina naturale ma è coltivato per i vimini e le pertiche utilizzati nei lavori di intreccio e paleria. Il suo legno viene utilizzato soprattutto per cassette e imballaggi e nell’industria cartaria. Se ne può ricavare anche oggetti, sculture e zoccoli per la sua leggerezza. Il suo carbone è di buona qualità, ma soprattutto il suo carboncino ottimo per disegnare!

ATTENZIONE: Queste informazioni sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Non sostituiscono il medico generico o qualsivoglia specialista. Non vogliono e non devono sostituire le indicazioni del medico al quale vi esortiamo di affidarvi. L’utilizzo, la somministrazione delle informazioni presenti nell’articolo sono di esclusiva responsabilità del lettore. (ndr)

LEGGI ANCHE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × cinque =