Artigianato da tutto il mondo

Tra gli espositori anche la bellezza a basso impatto ambientaleTorna a Firenze dal 24 aprile al 2 maggio Art – Mostra Mercato Internazionale dell’Artigianato – che, giunta alla 74a edizione, si pone come vetrina per eccellenza sull’affascinante universo delle realtà artigiane: oltre 800 espositori provenienti dalle varie regioni italiane e da una cinquantina di paesi stranieri.
E come per magia la Fortezza da Basso si trasformerà  in una fortezza delle meraviglie del “fatto a mano” e dello shopping.

Stile Naturale, il mensile attento alle eccellenze dal territorio, è patner della manifestazione, promossa e organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con Artex, che ormai è una vetrina sull’universo delle realtà artigiane, grazie ad un vasto assortimento merceologico e alla spettacolarità del percorso espositivo che si snoda attraverso sei grandi aree tematiche (Territori – Scene d’Interni – Il Gusto – Scenari dal mondo – Scenari di moda e preziosi – Visioni), sulle tracce dell’eleganza e prestigio dell’Italian way e della originalità e freschezza delle varie proposte di tanti artigiani provenienti dai paesi esteri. Tante le novità che arrivano dal settore dell’ecosostenibilità: Villaggio Sostenibile è l’evento a cura di Toscana Etica, mentre R-(h)eart sarà il padiglione portavoce di una bellezza nuova, ecosostenibile, a basso impatto ambientale: in mostra pezzi unici assemblati da giovani maestri d’arte con materiali di riciclaggio, mentre Verde d’Artista sarà il laboratorio sull’imprenditoria del “verde” con un’area interamente dedicata all’imprenditoria artigianale del verde e dell’ambiente, con spazi espositivi dedicati alla produzione, gestione e cura del verde privato e pubblico.

I visitatori potranno ammirare i manufatti prodotti negli ateliers d’arte allestiti in Botteghe d’Art – iniziativa organizzata dalla Fondazione di Firenze per l’Artigianato Artistico in collaborazione con Cna e Confartigianato -, mentre saranno presentate alcune delle eccellenze del “made in Tuscany” della Galleria dell’Artigianato, fino alla cento e più meraviglie dei maestri ceramisti di Montelupo.
E in omaggio ai mille sapori, fragranze e colori del Marocco, nazione ospite di Art2010, darà spettacolo una tenda berbera montata al piano inferiore del padiglione Spadolini, quasi un remake del celebre film “Il thè nel deserto” per tutti quei visitatori che vorranno partecipare al tradizionale rito del thé alla menta, servito con le classiche teiere a lunghi beccucci, insieme ai tipici dolci marocchini.  Sul panorama italiano, new entry ad Art2010 la Valle d’Aosta con Memorie di Pietra, la mostra che propone una interessante carrellata di opere realizzate dagli artigiani valdostani con i vari tipi di pietra, comprese le pietre locali raccolte lungo i torrenti e sulle montagne.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 5 =