Aneto per alito fresco e per le unghie forti
Aneto da sempre conosciuto per le sue proprietà antisettiche, aromatiche, digestive e rinfrescanti, l’Aneto può essere un valido aiuto per combattere alitosi, cellulite e unghie indebolite

Aneto: simile al finocchio nell’aspetto ma dall’aroma pungente che ricorda l’anice e il prezzemolo, l’Aneto è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Apiaceae che cresce spontanea nell’Europa meridionale e nell’Asia occidentale. Le proprietà antisettiche, aromatiche, digestive e rinfrescanti dell’Aneto sono note sin dall’antichità: addirittura si dice che i gladiatori romani utilizzassero l’olio estratto dai semi di Aneto per cospargersi il corpo prima di ogni scontro, convinti che l’unguento intensificasse la forza fisica. Il nome scientifico Anethum graveolens invece deriverebbe dal greco antico Anethumtraducibile con “tiene lontano i malanni”, mentre graveolens viene dall’unione di due parole latine, “gravis” e “olens” che rispettivamente significano “forte” e “odore”, per sottolineare così il forte odore dell’Aneto.

 

 

Della pianta si utilizzano sia le foglie che i semi: le foglie possono essere usate fresche come ingrediente di insalate per aromatizzarle, oppure secche come spezia per insaporire soprattutto piatti a base di pesce. I semi hanno un odore molto forte, ma una volta seccati acquistano un piacevole aroma e sono utilizzati soprattutto a scopo medicamentoso. Da essi, ma anche dalle sommità fiorite si ricava l’olio essenziale, usato oltre che per scopi terapeutici anche in campo industriale per aromatizzare sottaceti, salse, gomma da masticare, caramelle e patatine fritte. Per la propria bellezza e il proprio benessere  può essere utilizzato per combattere la cellulite grazie alle sue proprietà diuretiche e depurative, per rinforzare le unghie di mani e piedi e per rinfrescare l’alito.

 

 

INFUSO PER COMBATTERE LA CELLULITE

L’Aneto ha proprietà diuretiche e depurative per il nostro organismo e la sua assunzione può apportare benefici in caso di problemi di cellulite. Il suo infuso infatti è adatto per aumentare la diuresi e berne una tazza dopo i pasti e prima di andare a dormire può avere effetti positivi anche sulla digestione. Per preparare l’infuso è sufficiente versare 100 ml d’acqua bollente su 2 g di semi o foglie di Aneto pestati, lasciare riposare qualche minuto ed infine filtrare.

 

 

IMPACCHI RINFORZANTI PER LE UNGHIE

Per rinforzare le unghie di mani e piedi sfaldate, macchiate di bianco o indebolite, si può utilizzare l’Aneto. È sufficiente immergere le mani in un decotto di semi pestati. Altrimenti, si può utilizzare un infuso a base di semi di Aneto ed equiseto, un valido rimineralizzante ricco di silicio, lasciando a bagno per 10 minuti le unghie in una bacinella con una tisana fatta con un cucchiaio di semi di Aneto e uno di equiseto. Il trattamento può essere concluso massaggiando le unghie con un composto di olio extravergine d’oliva e limone. Un tempo i semi venivano masticati per ridurre il disagio dell’alito cattivo: una sorta di chewing-gum, praticamente! Ancora adesso, per avere alito e respiro fresco, l’Aneto può essere un valido – e naturale – aiuto: basterà masticare qualche seme (o le foglie), oppure comprare in erboristeria compresse masticabili. In alternativa, potete usare un decotto di semi di Aneto per fare i gargarismi. Inoltre, i semi di Aneto hanno la capacità di alleviare dolori leggeri ai denti: utilizzato nella loro cura, l’Aneto pulisce accuratamente i denti e le gengive, ostacolando la proliferazione dei batteri responsabili di infezioni gengivali e carie.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 9 =