Amore a prima vista

Più che un vivaio, le ampie serre di Paoli e Borgioli sono una fucina in continuo fermento, dove le idee trovano buon terreno per intrecciarsi con solidi legami che non prescindono dall’amicizia. Non lontano dal centro storico fiorentino Rita, Alessandra, Roberto, Laura e Fabio sono riusciti non solo a diventare un punto di riferimento nazionale per quanto riguarda le ortensie da collezione ma anche, ospitando i Vispi (Vivaisti Specializzati in Piante Insolite) a creare un’agorà di appassionati del verde, di persone che ritrovano nella cura delle piante il piacere del lavoro, della vita e dell’amicizia. “L’azienda florovivaistica è nata 20 anni fa con l’aiuto di mio marito, – spiega Rita Paoli di ritorno dalla mostra di Masino –, senza pretese ne’ specializzazione. Con l’arrivo in società di Alessandra Borgioli, il vivaio ebbe il primo salto di qualità. In quegli anni infatti avemmo l’occasione di conoscere un vivaista in pensione che aveva una piccola collezione di ortensie. Fu amore a prima vista”. Lui, Luciano Aroni era un pistoiese collezionista della vecchia generazione e Rita e Alessandra colsero l’occasione di succhiare fino al midollo tutti i segreti sulla coltivazione delle hydrangee. “Ci ha insegnato tutto – continua Rita – dobbiamo a lui molte delle nostre conoscenze, sia nella riproduzione che nel mantenimento delle ortensie”. Poi, come spesso accade, gli allievi superano il maestro e anche grazie ai cari amici, come Randi Krokaa che riportò a Rita una serie di varietà giapponesi mai viste in Italia, in vivaio vennero a formarsi le prime collezioni di hydrangee rare. “Il successo fu immediato – continua Rita -, alle mostre eravamo le uniche a portare ortensie mai viste in Europa. Forti di ciò siamo state spronate a ricercare cultivar vecchie, poco conosciute come le francesi e le tedesche incrementando così la raccolta”.
Adesso, tutti gli anni, almeno due nuove piante entrano nel catalogo Paoli e Borgioli e vanno ad arricchire la collezione già di tutto rispetto. E per star dietro al carico di lavoro, di ricerca, alle mostre e al reparto vendite c’era bisogno di nuova linfa, di nuove teste e nuove braccia. Ed ecco arrivare in azienda Roberto Taddei, Laura Cagnacci e Fabio Frigenzi che non fanno mancare passione e professionalità al rutilante caos dell’attività aziendale. E la passione come si sa, fa lanciare il cuore oltre l’ostacolo e insieme alle hydrangee, negli ultimi anni si sono aggiunte le collezioni di glicini. “Ci piaceva l’idea dell’amicizia tra questo rampicante che fiorisce precocemente e le ortensie che da questo possono essere protette nei mesi più torridi”. Come dire: anche tra le piante, è tutta una questione di passione e d’amicizia.

Vivaio Paoli e Borgioli via di Scandicci 265, Firenze. Tel. 055 715885. www.pbortensie.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + uno =