Aironi, merli e papere su nidi galleggianti

Lungo il bacino del Regent’s Canal nella parte est di Londra sono comparsi, lo scorso maggio in una oasi naturale, dei nidi galleggianti le che accoglieranno la fauna selvatica che abita il canale.
L’installazione si chiama appunto Habitat ed è opera della designer e artista ambientale britannica Tania Kovats.
Questi nidi galleggianti somigliano in realtà a tante isole poste sulla superficie del canale , su cui sono state piantate varie specie botaniche affini con l’ambiente del bacino idrico. I nidi sono più grossi del normale ed sono elevato dalla struttura in modo da rendere l’isola giardino ben visibile anche nel periodo invernale quando le piante non sono in fiore.
Questi riproducono vari tipi di nido ricalcando quelli delle varie specie che si trovano con maggior frequenza nell’oasi naturale cittadina del Regent’s Canal ovvero germani, aironi e merli.
Le isole resteranno sul canale per alcuni anni in modo da dare tempo alla fauna di popolarle costituendo appunto dei micro habitat.
Esse sono presenti da poco più di un mese e sembra che la cosa stia avendo successo visto che sono arrivati già i primi abitanti tra cui una papera che ha trovato nei nidi galleggianti un punto accogliente dove rifugiarsi.

Fonte: www.treehugger.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 8 =