A Firenze il 25 aprile sbocciano i fiori

Firenze oggi 25 aprile, si è svegliata sotto una pioggia di sole e fiori grazie alla tradizionale Mostra Mercato dei fiori, appuntamento irrinunciabile della Società Toscana di Orticultura che con tenacia l’organizza al Giardino dell’OrticolturaOspite d’onore il sindaco Matteo Renzi che ha voluto tagliare il nastro di avvio inaugurando così la otto giorni floreale più amata dai cittadini. Ben  54 espositori che comprendono i migliori florovivaisti della Toscana si dipanano nel bel giardino dove prende posto anche la nobile serra del Roster, opera in ferro e ghisa della seconda metà dell’800. In mostra quindi lerose da collezione dei vivaisti del calibro di Barni, Cavina e Mondorose, le piante grasse da Cactus Center, Drovandi, Ermini e Florservice, le aromatiche da Pischedda, Magi e Cortigiani, le azalee da Medici e Gigli, gli agrumi da Lenzi, le alpine da Edelweiss, i bulbi da Flora Import, le piante biologiche di Francesca Neri dell’Elce e le ortensie di Paoli e Borgioli solo per citare alcuni degli specialisti espositori. Le novità di quest’anno: i libri di giardinaggio della Libreria Leggere per, i cosmetici di Idea Toscana prodotti con oli extravergine d’oliva Igp Toscano, le piante da ortaggio presentate dal Garden Le Lune di Via di San Domenico in pratici contenitori a riserva d’acqua con concime biologico adattissimi anche per terrazze e balconi, i fruttiferi ornamentali di Nicola Cavina, e gli Arboricoltori Associati Fiorentini, giovani ma esperti potatori (anche acrobatici) che propongono i propri servizi. Naturalmente ogni espositore, anche chi partecipa alla storica manifestazione da generazioni (la mostra ha avuto la sua prima edizione nel 1855 nel giardino del Marchese Panciatichi in Borgo Pinti e ne stiamo pubblicando la storia a puntate sul Bullettino) proporrà le proprie novità, vista l’importanza e il consolidato successo di pubblico della manifestazione. Il tutto ai prezzi competitivi da produttore a consumatore. Per info: www.societatoscanaorticultura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 3 =