A Fa’ la cosa giusta! si impara anche a cucinare senza la vista
Dal 13 al 15 marzo 2015 Milano ospiterà Fa’ la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che giunge alla sua dodicesima edizione

Fa’ la cosa giusta! 2015 sarà luogo di incontro, scambio e condivisione, che ospiterà stand, botteghe artigiane, laboratori, spazi verdi, ristoranti, spettacoli e incontri

I laboratori di cucina di Fa’ la cosa giusta! portano sempre a nuove scoperte. Avete mai provato, ad esempio, a cucinare al buio? Sotto l’attenta guida di una cuoca turca, sarà possibile imparare a preparare degli ottimi piatti senza l’uso della vista. Un laboratorio sorprendente e adatto a tutti, indipendentemente dalla capacità visiva (Laboratorio organizzato da La Compagnia del relax. Info e prenotazione obbligatoria a [email protected], contributo 15€. Domenica dalle 14 alle 15.30 nello spazio La cucina).

PESCE GIUSTO
Stanchi di cucinare il solito costosissimo pesce che, per giunta, rischia anche di impoverire il mare? Lo chef Giorgio Cabella, autore de “Il pesce giusto”, insegnerà a scegliere specie di pesce poco note, la cui pesca è sostenibile per l’ecosistema marino e come trasformarle in piatti cucinati a regola d’arte (sabato  dalle 12 alle 13.30 spazio La cucina ).

CUCINA CRUDISTA E MERENDA SENZA GLUTINE
Showcooking e laboratori porteranno i visitatori a conoscere sperimentare la cucina crudista, che bandisce ogni tipo di cottura, per mantenere tutte le caratteristiche organolettiche degli alimenti. Sarà ad esempio possibile imparare a cucinare piatti sostenibili e adatti anche a chi soffre di intolleranze alimentari; Ad esempio preparare un gustoso primo piatto (sabato alle 12.30 in piazza Critical Fashion) oppure una merenda senza glutine (sabato dalle 16, spazio creatività), adatta quindi anche ai celiaci, all’interno dei laboratori organizzati da Cibo Crudo. Anche gli intolleranti al latte troveranno workshop dedicati a loro -organizzati da La via macrobiotica e La casara veg- per coniugare la sostenibilità assicurata da una cucina senza derivati animali e il gusto dei dolci privi di latte e “formaggi” completamente vegetali e quindi adatti anche a chi sceglie una dieta vegan (venerdì dalle 18 nello spazio cucina. Costo 12 euro, è necessaria la prenotazione a [email protected] – 338/6700998).

FOOD DESIGN
Anche l’occhio vuole la sua parte. Anche quando si tratta di piatti sostenibili e cruelty-free. La pittrice e  artista Laura Leall, esperta in food design, ci insegnerà come realizzare piatti vegan e senza glutine e quindi adatti alla dieta celiaca, trasformandole in piccoli quadri da servire agli ospiti (sabato dalle 11 alle 12, spazio La Cucina).  

ERBE SPONTANEE E PIATTI VEGANI
Scopriremo come utilizzare ingredienti insoliti, come i fiori commestibili, le erbe spontanee (“Cucini-amo la primavera è in tavola”, sabato dalle 15.30 alle 16.30, spazio La cucina) o quelle aromatiche (“A tavola con Giulia e le erbe aromatiche”, domenica dalle 17.30 alle 18.30, stand Funny Vegan) e come accostarli a piatti di cucina naturale e sana, grazie agli show-cooking organizzati da Funny Vegan. I laboratori a cura di Funny Vegan sono gratuiti ma su prenotazione, [email protected]

CUCINA A 4 ZAMPE
L’alimentazione equilibrata e a basso impatto ambientale è importante anche per i nostri amici a quattro zampe. Mara di Noia, in arte Vegachef, veterinaria ed esperta di cucina naturale spiegherà i principi fondamentali per un’alimentazione bilanciata e adatta a tutta la famiglia, bimbi e animali domestici
compresi (domenica dalle 11 alle 12, spazio cucina. Prenotazioni a [email protected]).

AUTOPRODUZIONE
L’autoproduzione è una pratica sempre più attuale e diffusa. A Fa’ la cosa giusta! si potrà imparare a produrre in casa toccasana come il siero di kefir, latte fermentato ricchissimo di fermenti lattici e probiotici, da bere da solo o con cui preparare yogurt e formaggi (a cura di greenMe.it, venerdì dalle 18 alle  
19 in piazza Critical Fashion). Alla panificazione homemade con la pasta madre saranno dedicati diversi appuntamenti. Roberta Ferraris, autrice della guida “Pasta madre. Lievito vivo” (Terre di mezzo Editore), domenica dalle 12 insegnerà i trucchi per preparare il lievito naturale, conservarlo e rinfrescarlo in casa (spazio cucina). Sarà possibile imparare anche alcune ricette per utilizzare la pasta madre prodotta in eccesso e per trasformare il pane raffermo in gustosi piatti. Una dimostrazione guidata da un panettiere specializzato nell’utilizzo di lievito madre (a cura di Panificio Grazioli in collaborazione con Effecorta),  regalerà i segreti per sfornate a regola d’arte (sabato pomeriggio, all’interno dello stand Effecorta). Sarà anche possibile imparare ad usare la tecnica dell’essiccazione nella cucina di ogni giorno, utilissima per autoprodurre in casa, evitare sprechi, riutilizzare scarti e sviluppare un’alimentazione consapevole,  all’interno di un laboratorio tenuto dalla eco food blogger Lisa Casali e organizzato in collaborazione con Tauro Essiccatori (“Vi faccio secchi (e gustosi)!” sabato dalle 14 alle 15, spazio cucina).

ESTRATTORI, CENTRIFUGATI E FRULLATI
Gli estratti sono sempre più utilizzati in cucina poiché permettono di ricavare da frutta e vegetali i succhi intatti contenenti vitamine e oligoelementi, senza sottoporli a riscaldamento od ossidazione, che rischiano di distruggerli. Un laboratorio organizzato da Cibo Crudo insegnerà ad utilizzare gli estrattori e a riconoscere le caratteristiche distinguono gli estratti dai centrifugati e dai frullati, domenica alle ore 16.30 – spazio cucina.

ALLEVAMENTI INTENSIVI: L’IMPATTO SULL’AMBIENTE
Da tempo si conosce il forte impatto ambientale degli allevamenti intensivi. Siamo di fronte ad una nuova ulteriore ed estrema intensificazione dell’allevamento che, oltre a causare sofferenze agli animali “da reddito”, minaccia la natura, la salute e il nostro cibo. Ne parlerà Philip Lymbery, Direttore di Compassion in World Farming International, e autore di “Farmageddon” (Nutrimenti, 2015) , libro-inchiesta scritto insieme a Isabel Oakeshott, giornalista del Sunday Times, sabato dalle ore 15 nella sala Mare Nostrum.

LABORATORI PER BIMBI
Bimbi e ragazzi potranno provare a “mettere la mani in pasta”, all’interno dei laboratori creativi pensati per loro, in cui, ad esempio, imparare a trasformare il latte in formaggio primosale (per bambini dai 3 ai 10 anni. Gratuito con prenotazioni a 333/325260. a cura di Slow Food. Spazio Creatività, sabato dalle 12 alle 13) e a impastare e stendere la pasta fresca all’interno di giocosi laboratori organizzati da Slow food (età consigliata 4-7 anni. Domenica dalle 14.30 alle 15.30. Spazio Creatività. Gratuito con prenotazioni a 333/325260). Le merende a Fa’ la cosa giusta! saranno speciali, come quella adatta anche ai bimbi allergici o intolleranti, che sarà accompagnata da un incontro con una nutrizionista pediatrica, che insegnerà ai genitori a preparare delle golose merende adatte proprio a tutti (a cura di Cibo crudo, sabato alle ore 16
nello spazio creatività).

SPAZIO TEATRO
Vi saranno anche spettacoli teatrali pensati per avvicinare i bimbi alle diverse culture, attraverso quel linguaggio universale che è il cibo. Pulcinella e il Mediterraneo, ad esempio: un’animazione dedicata al cibo come strumento di dialogo interculturale, che parte da una porta nascosta dalla quale i bimbi
vedranno arrivare suggestioni da tutto il mondo. Uno spettacolo della Cooperativa Pandora, organizzato con il sostegno di Coop Lombardia (Per bambini dai 6 ai 10 anni , ma anche adatta ad adulti. Sabato dalle 15.00 alle 17.00 e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00. Su prenotazione a [email protected] Gratuito).

 

Foto di: Luana Monte

 

Info: Fa’ la cosa giusta!