2012: nelle sale il film a impatto 0

Roland Emmerich, regista di altri disaster movie, parte da una profezia maya secondo cui il mondo finirà il 21.12.2012 e racconta la catastrofe ambientale del nostro pianeta dovuta all’instabilità del clima e alla follia dell’intera umanità rispetto all’ambiente. Nelle sale dal 13 novembre, con il film 2012 per la prima volta una major americana si impegna in un progetto ambientale: la Sony Pictures Releasing Italia ha infatti scelto di aderire al progetto Impatto Zero® di LifeGate per ridurre e compensare le emissioni di anidride carbonica generate dalla distribuzione e dal lancio del film in Italia. L’operazione, garantita da un Ente Certificatore, consente di compensare oltre 45.000 kg di CO2 attraverso la creazione e tutela di 21.680 mq di foreste in Costa Rica. L’analisi d’impatto ambientale eseguita da LifeGate ha considerato i consumi di energia elettrica per l’organizzazione dell’anteprima del film, il materiale di comunicazione prodotto cartonati, poster, stand, affissioni e la distribuzione della pellicola nelle sale cinematografiche. Info: http://www.sonypictures.it/CINEMA/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 4 =